6 novità sull’energia solare

Written by
images

Il settore dell’energia solare è in continua evoluzione. Negli ultimi tempi la ricerca scientifica e tecnologica non è rimasta ferma e anche per quanto riguarda lo sfruttamento dell’energia solare ci sono delle ghiotte novità. Ecco quali sono le 6 novità più interessanti degli ultimi tempi.

1) Celle solari a film sottile. Le tradizionali celle solari al silicio sono pesanti e costose, le nuove celle solari a film sottile invece possono essere prodotte in “rotoli” e hanno costi di produzione più bassi. Inoltre hanno un’efficienza molto più elevata.

2) Finestre solari. Perché non sfruttare la luce del sole che filtra dalle finestre degli edifici? L’idea non è nuovissima perché il MIT ha tentato di creare dei dispositivi del genere a partire dagli anni 1970, ma le tecnologie moderne consentono realmente di costruire delle finestre in grado di riutilizzare la luce che le attraversa concentrandola verso i bordi dove sono poste delle celle fotovoltaiche.

3) Palloni solari. Non si tratta di mongolfiere alimentate dall’energia solare, ma di grandi array di palloni argentati che concentrano la luce solare su normali celle solari e quindi consentono di sfruttare meglio tecnologie esistenti.

4) Pannelli solari pelosi (!). Non sono pannelli solari che hanno bisogno di depilazione, ma delle strutture basate su sottilissimi nanotubi che raccolgono la radiazione solare con un’efficienza maggiore delle normali celle fotovoltaiche al silicio. Una novità curiosa, ma sicuramente utile!

5) Micro-inverter. Uno dei componenti più essenziali di qualsiasi impianto solare fotovoltaico è l’inverter. Questo componente elettronico converte la corrente elettrica continua prodotta dalle celle solari in corrente elettrica alternata che può essere direttamente utilizzata nelle abitazioni. I micro-inverter permettono di costruire degli impianti solari “piccoli” per alimentare una sola abitazione.

6) Pannelli solari sensibili alle radiazioni infrarosse. I normali pannelli solari sono sensibili alle radiazioni dello spettro elettromagnetico visibile. Si tratta di una porzione molto piccola dell’intero spettro elettromagnetico. Utilizzando altri materiali (come il titanio e il vanadio) da aggiungere nei semiconduttori delle celle solari fotovoltaiche sarà possibile in futuro sfruttare anche alcune porzioni dello spettro elettromagnetico nell’infrarosso.

Leggi anche:

Related Posts with Thumbnails

Il post originale lo trovi quì

Article Categories:
Energy News

Comments are closed.

Menu Title