Bolzano è sempre più rinnovabile

Written by

Bolzano è sempre più rinnovabile

Il solare in una delle città più piovose d’Italia. Non è un’ambizione da futurologi, ma la realtà di Bolzano e Provincia. Dopo aver vinto nel 2010 il “Campionato italiano del solare” la città dell’Alto Adige si aggiudica quest’anno il secondo posto nella “Champion’s League” Europea per le migliori performance in fatto di energie rinnovabili.

Grazie a Bolzano, l’Italia si piazza al top delle classifiche continentali per le politiche energetiche locali che puntano su fonti “pulite”. Secondo Legambiente, Bolzano si contende con Potenza il primato di “Provincia verde”, grazie ai 114 Comuni (il 98,2%) in cui sono installati impianti fotovoltaici.

Ma sono i singoli cittadini ad avere “un ruolo fondamentale – spiega Luigi Spagnolli, sindaco di Bolzano – perché devono essere loro i primi attori di questa vera e propria rivoluzione culturale”. Tutti sono chiamati a partecipare a questa rivoluzione, “chiunque deve sentirsi invogliato ad usare la tecnologia Casaclima (struttura pubblica che si occupa della certificazione energetica degli edifici, ndr) per costruire un nuovo edificio o ristrutturarne uno esistente, ovvero per creare un impianto solare o fotovoltaico sul tetto di casa, piuttosto che una centralina idroelettrica o eolica se possiede le condizioni per poterlo fare”.

Ma Bolzano e Provincia continuano a correre, e a trascinare l’Italia. Si prevede, infatti, di raggiungere il 100% della produzione di energia da fonti rinnovabili a partire dal 2050. Il sindaco Spagnolli è convinto che sia “un traguardo possibile” anche perché  Bolzano punta sulla geotermia: “ci confrontiamo continuamente col mondo della ricerca applicata, dove stiamo spingendo per approfondire maggiormente il reale potenziale della geotermia, ancora difficile da stimare”. A partire dal 2012, inoltre, entrerà in funzione una centrale in grado di generare idrogeno mediante rinnovabili. Entro non più di 40 anni, invece, si vedranno circolare veicoli (mezzi pubblici in testa), funzionanti con le fuel cells, e le auto elettriche, che, in totale, arriveranno ad assorbire circa il 5% dell’energia pulita prodotta.

In tema di costruzioni “sensibili”, da segnalare il nuovo palazzo che a Bolzano ospita gli uffici della Provincia e rispetta l’indice di Riduzione dell’impatto edilizio. È stato definito un “organismo edilizio vivo”, energeticamente “concepito come un grande albero con vene ed arterie che alimentano le foglie (impianti radianti) in cui le facciate respirano”. Il primo cittadino di Bolzano ammette che “il costo di un edifico green è maggiore di quello di un edifico ordinario, ma da un lato l’abbattimento delle spese di mantenimento rende comunque vantaggioso l’edificio green; dall’altro, una volta che l’insieme delle imprese edili operanti nel territorio si sarà convertita alle tecnologie sostenibili, queste ultime, in virtù dell’economia di scala, costeranno meno”.

Fonte: EnergieSensibili.it

Aggiungi EnergyMaster.it ai tuoi preferiti!

Leggi articolo originale
energy news

Article Categories:
Energy News

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Title