La Cina aggancia l’innovazione tecnologica italiana

Written by
FSC Logo 2

Per le aziende italiane impegnate nelle tecnologie innovative per il risparmio energetico e l’ambiente la strategia vitale è di cercare nuovi spazi oltre confine. Se in Italia ogni giorno chiudono oltre quaranta imprese, la Cina rappresenta ancora un mercato in crescita consapevole che deve oramai cambiare rotta coniugando l’economia con la tutela ambientale. Non è un caso che il Global Foundry Sourcing Conference, il più grande appuntamento Hi-tech della filiera manifatturiera cinese apra le porte non solo alle grandi aziende italiane ma anche ai parchi tecnologici ed alle  PMI innovative per agganciare tecnologie e soluzioni avanzate per promuovere le energie rinnovabili nell’industria produttiva e ridurre l’impatto ambientale. E’ questo il leit-motiv della 13 edizione del Convegno mondiale previsto il 12 settembre 2013 http://en.fsc86.com/ presso il Grand Regency Hotel nella bellissima Qingdao, città portuale che nel 2011 ha movimentato 11.963.900 teu (+8,9%) http://www.qingdaochinaguide.com

All’edizione autunnale del Global Foundry Sourcing Conference partecipano operatori provenienti da tutti i continenti ed il loro numero è destinato a salire ogni anno, grazie ai contratti industriali e scambi tecnologici che si generano ad ogni edizione. La prima edizione 2013 svoltasi a Shanghai ha registrato una presenza da record con 590 delegati da tutto il mondo mentre per 12 Settembre 2013 hanno già aderito aziende italiane leader tra le quali Gruppo Danieli, FIAT, Galli & Cassina, Maschio Group, RIELLO, SATA, ecc.
Le imprese italiane che non hanno tempo di presenziare al Congresso possono aprire i contatti inserendo il profilo aziendale nella CHINA CASTING GUIDE http://en.fsc86.com/China_Casting_Guide.jsp consultata dall’intera filiera manifatturiera cinese. Chi vuole puntare sull’e-commerce può utilizzare la piattaforma web www.foundry-suppliers.com usata quotidianamente dai manager giapponesi, americani, indiani, europei per gli scambi commerciali, progettazione, servizi di ingegneria meccanica, ecc.  Per info contattare lo Sportello Cinese per la Subfornitura Industriale a Venezia operativo dal 2006 in partenariato con l’Ufficio cinese delle Nazioni Unite UNIDO SPX tel. 041 8627690 cell. 393 5583716  sportello.ccip@gmail.com
Article Categories:
Energy News · News Featured

Comments are closed.

Menu Title