Cos’è la Valutazione di Impatto Ambientale

Written by
valutazione_impatto_ambientale_2

La Valutazione di Impatto Ambientale è una procedura amministrativa che mira a valutare le conseguenze e gli effetti che determinate opere possono avere sull’ambiente circostante.

L’analisi e la valutazione dell’impatto ambientale di un impianto di produzione energetica, anche rinnovabile, viene curata dall’ente pubblico verso se stesso, se si appresta a realizzare opere o dall’ente verso privati che vogliono realizzare impianti di certe dimensioni in un determinato contesto territoriale.

Tale procedura, detta VIA, si baserà pertanto sugli studi di fattibilità, sulle analisi dei progettisti e su una serie di valutazioni che riguardano la struttura urbana, la flora e la fauna circostante, il contesto geografico o territoriale, le condizioni climatiche, eccetera.

Per impatto ambientale non si deve intendere soltanto l’ effetto inquinante che l’impianto può avere sull’ambiente, ma anche l’eventuale rischio di degrado o deturpazione del contesto naturale dovuta alla semplice presenza degli impianti stessi.

Infatti l’installazione di impianti da fonti energetiche rinnovabili è soggetta a severissime procedure di valutazione di impatto ambientale, anche  se questi impianti non inquinano.

Tutti ricordano la querelle dei comuni siciliani sull’installazione selvaggia di impianti eolici che avrebbero deturpato il contesto paesaggistico dove sono stati installati.

In effetti la normativa sulla VIA è abbastanza complessa e corposa,  con leggi europee, regionali e nazionali che si incrociano e completano a vicenda.

La normativa europea sulla VIA è la direttiva CE 97/11, che modifica precedenti disposizioni, invitando gli stati membri a verificare l’impatto ambientale sull’uomo, la natura, il clima, il patrimonio culturale di opere aventi una certa dimensione ed ubicazione.

Nel 2008, il Consiglio d’Europa ratifica anche la  Decisione  2008/871/CE che riguarda la Valutazione di Impatto Ambientale per opere a valenza transfrontaliera.

La legislazione nazionale, invece, contempla più di 30 norme sulla valutazione di impatto ambientale, prima dell’intervento della Comunità Europea. Le prime norme risalgono al 1986 e riguardano le leggi in materia di danno ambientale.

Fonte immagine: rendering3d.it

Article Categories:
Energy News

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Title