Decontaminazione radioattiva

Written by
97717028.dat

Con questo termine si intendono una serie di tecniche  tese ad eliminare o ridurre la presenza di sostanze radioattive ( radionuclidi) in una zona contaminata. Queste procedure comprendono l’evacuazione delle persone dalla zona contaminatarimozione del materiale radioattivo che deve essere portato in centri adeguati; rimozione delle polveri radioattive dagli edifici, da oggetti e da qualsiasi cosa o persona ne sia stata colpita ( terreno, ambiente circostante, ecc.) tramite lavaggio, aspirazione o rimozione delle cose colpite come porzioni di terreno non bonificabile, carcasse di animali e vestiti che devono essere portati in luoghi e contenitori appositamente creati per lo stoccaggio; raccolta  e conservazione di materiali liquidi e gassosi e loro decontaminazione per diluizione.

Per eseguire queste tecniche servono operatori esperti, come gli ingegneri nucleari e tecnici chimici che hanno anche il compito di svolgere attività di consulenza e di coordinamento di queste operazioni.

Il lavoro di decontaminazione si svolge indossando tute e mascherine antiradiazioni. Si tratta di un mestiere molto pericoloso ed in caso di incidenti nucleari questi operatori debbono, davvero, essere considerati degli eroi.

Durante il loro percorso di formazione imparano anche a maneggiare con cura le scorie radioattive. In seguito agli eventi drammatici a cui stiamo assistendo in queste settimane, il loro ruolo all’interno delle procedure di valutazione, consulenza e gestione della decontaminazione, sarà indispensabile.

Fonte immagine: beecologista.it

Article Categories:
Risorse Utili

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Title