Diventare Ingegnere Ambientale

Written by
ingegneriaambiente

Il recente e disastroso terremoto in Giappone ed  il conseguente disastro nucleare di Fukushima hanno fatto emergere la necessità di valutare attentamente il rischio sismico prima dell’installazione di impianti pericolosi per la salubrità dell’Ambiente. Detta valutazione spetta ad un professionista che si chiama Ingegnere Ambientale. Questa figura si occupa di diverse problematiche connesse alla tutela dell’ambiente, che, in base alla specializzazione scelta, possono riguardare l’inquinamento delle acque e dell’aria,  il rischio sismico, il telerilevamento,  l’idrologia e la pianificazione del territorio.

L’Ingegnere Ambientale si forma frequentando l’omonimo corso di laurea, nello specifico Ingegneria dell’Ambiente e del Territorio, che permette di approfondire le tematiche di cui dovrà occuparsi. Il corso di laurea dura tre anni a cui si possono abbinare la laurea specialistica e successivi Master post – laurea.

Durante il percorso formativo l’ingegnere ambientale potrà seguire dei periodi di stage presso studi di consulenza  ambientale e di progettazione che consentiranno di arricchire ulteriormente la preparazione accademica.

Le offerte di lavoro per ingegneri ambientali sono molto diffuse, ma per trovare lavoro qualificato si possono anche contattare le associazioni di categoria come l’AIAT, Associazione Ingegneri Ambiente e Territorio, che si occupa di creare un punto di incontro tra domande ed offerta di lavoro. Sembra che grazie alle associazioni di categoria riesca a trovare lavoro un ingegnere ambientale su tre.  La retribuzione annua di questo professionista  è superiore ai 70 mila euro.

Fonte immagine: ilo.unimo.it

Article Categories:
Risorse Utili

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Title