Energia nucleare pulita come fonte rinnovabile

Written by
fusione

Il dibattito sul nucleare è aperto da tempo. Le centrali nucleari potrebbero rendere l’Italia indipendente dalle fonti energetiche tradizionali e dai fornitori esteri, ma la polemica ambientalista incombe, si evidenziano rischi legati all’emissione di radiazioni,  alla possibilità di incidenti , al problema dello smaltimento delle scorie radioattive.

Eppure studi autorevoli trovano un’altra soluzione che è quella dell’energia nucleare pulita, cioè che non inquina, perché non emette radiazioni. Una forma di energia che può ben dirsi una fonte rinnovabile. Le soluzioni prospettate per produrla sono due: o ricorrere alla fusione nucleare o ricavare energia nucleare dal cloruro di ferro attraverso un bombardamento di ultrasuoni.

Quest’ultima soluzione è stata fatta circolare, come notizia, su siti che parlano di energie pulite e commentata sui principali Social Network, anche se non abbiamo trovato, per ora, alcuna notizia sulla stampa tradizionale.

L’energia nucleare fino ad oggi prodotta, deriva dalla fissione, cioè dalla scissione di nuclei di uranio o plutonio che vengono divisi in due nuclei più leggeri.

La fusione è, invece, un procedimento di produzione di energia  opposto alla scissione.

Attraverso temperature elevatissime, due nuclei leggeri si uniscono per formarne uno più pesante.

I nuclei da fondere vengono estratti dall’acqua e dal terreno e sono il deuterio e il litio.

L’energia si libera dalla fusione dei due nuclei, il procedimento, però, è soggetto all’allontanamento delle particelle a causa della carica elettrostatica, per avvicinarle e fonderle sono, pertanto, necessari 100 milioni di gradi.

Questo è ancora il problema più grande da superare. La fusione ha il vantaggio di  non produrre scorie radioattive e gas serra ed i combustibili per il processo sono estratti dall’acqua.

La seconda alternativa pulita è stata sperimentata, per conto del CNR,  come raccontano i siti sulle energie pulite, da Fabio Cardone , professore esperto di energia nucleare a livello mondiale  e dalla sua equipe di colleghi, che sono riusciti a produrre energia nucleare senza radiazioni, bombardando il cloruro di ferro con degli ultrasuoni.

L’energia prodotta non inquina, non produce scorie radioattive e non presenta rischi per la salute dell’uomo e dell’ambiente.

Fonte immagine: Repubblica.it

Article Categories:
Energy News

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Title