Fotovoltaico a prova di resistenza

Written by
fotovoltaico-a-prova-di-resistenza_vizot_0

L’espansione e le innovazioni tecnologiche del fotovoltaico hanno portato all’emergenza di alcune problematiche: l’esposizione a salsedine ed ammoniaca degli impianti solari.

La norma IEC per l’ammoniaca, sta prendendo in esame la possibilità di ampliare le norme esistenti sugli impianti elettrici, sulla protezione da corrosione dei rivestimenti e sulla contaminazione da diossido di zolfo delle superfici in metallo (ISO 12944, ISO 3231, ISO 6988 e DIN 50018 in particolare).

Il 2PFG è il test approvato: questo test consente di sottoporre i moduli fotovoltaici a concentrazioni estreme di ammoniaca, successivamente si va a valutare la perdita di potenza ed efficacia oltre alla conservazione delle proprietà isolanti.

Il TÜV Rheinland ha valutato il test dei moduli CNVP e questo è stato superato a pieni voti.

Secondo quanto previsto dallo IEC61701, sono stati eseguiti anche i test sulla corrosione da salsedine.
Anche in questo caso, i pannelli solari sono stati esposti ad elevate concentrazioni di salsedine, sia in modo continuo che discontinuo, in modo da simulare il più possibile le condizioni estremi che possono subire.

I pannelli sono stati inoltre tenuti in condizioni di temperatura e umidità molto elevate: il test si è concluso osservando il degrado dei moduli, la perdita di potenza o di isolamento.

Anche in questo caso le prestazioni della CNPV sono state ottimali.

Bypina Veerraju Chaudary, COO e CTO di CNPV, ha affermato: “I test che avevamo eseguito per verificare questi criteri ci avevano già dimostrato le nostre prestazioni. Nell’ambito della nostra strategia volta a offrire di più e con una maggiore durata, valutiamo costantemente le nostre prestazione utilizzando i molti metodi idonei che sono a nostra disposizione. La domanda dei nostri clienti di prestazioni a lungo termine è reale e giustificata, poiché il costo delle sostituzioni ha ramificazioni inaccettabili sulla creazione di utili per il periodo di tempo in cui il progetto è attivo. A questo scopo chiediamo anche che vengano eseguite valutazioni e certificazioni indipendenti per offrire dichiarazioni ancora più credibili per quanto riguarda le prestazioni, in modo da offrire una maggiore tranquillità ai nostri investitori e ai nostri clienti.”

La CNPV ha deciso di rendere pubblico questo annuncio in seguito alla notifica ufficiale da parte delle autorità preposte ai collaudi e prima di avere ricevuto tutti i certificati associati.

Fonte originale dell’articolo

Article Categories:
Energy News

Comments are closed.

Menu Title