Fotovoltaico: c’è il modo di installarlo senza avere spese e non pagare la bolletta?

Written by

Comments

  • no.. o lo metti senza spese ed in questo caso paghi la bolletta o spendi e non paghi la bolletta… non puoi avere la botte piena e la moglie ubriaca…

    Stefano78 01/01/1970 00:00
  • Certo che lo puoi fare, puoi fare un impianto “stay alone”, nel senso che ti compri i pannelli che producono corrente continua e ti compri alcune batterie che poni magari sottotetto, quindi attraverso un inverter, alimenti la rete, in questo caso durante il giorno produci ed accumuli durante la notte consumi. Il problema che in questo modo non usufruisci degli incentivi di legge e comunque ti devi sempre procurare una autorizzazione comunale per l’impianto. Il finanziamento della Banca in questo caso più che sulla produzione dell’impianto andrà sul valore dell’impianto stesso per cui mi sa che ti copriranno solo il 75% del valore nella migliore delle ipotesi.

    gabry696 02/01/1970 00:00
  • In banca puoi farti fare un finanziamento per comprare l’impianto…per es so che banca intesa lo fa. Poi puoi fare un contratto chiamato “scambio sul posto”, cioè con i tuoi pannelli sfrutti l’energia che produci e se ne hai in più la cedi al tuo gestore, poi se invece hai un momento in cui l’energia prodotta dal pannello non ti basta, richiedi al tuo gestore il surplus che hai ceduto in precedenza e il gestore te lo dà ovviamente gratis. Questa di solito è la migliore condizione per un privato. E’ necessario un contatore particolare che devi prendere a noleggio dal tuo gestore.

    Fanfa 03/01/1970 00:00
  • vedo che c’è ancora tanta disinformazione e confusione !
    ( povera Sveva Sagramola,povera RAI 3 quanto ne dovrete parlare ancora )

    innanzitutto DOCUMENTATI x bene:

    http://www.sunsystem.it/fotovoltaico/conto_energia.cfm?gclid=CN-hy9uK65UCFQJbtAodH1w1Yw

    http://www.sole.gtek.it/Docs/bando/tettifv.htm

    poi – una volta accertato che il tuo sindaco NON è fra i falsi tradizionalisti che dicono ” ah,no l’estetica del paese non si tocca ?? –
    decidi quale strada seguire…buona fortuna ( io ci ho rinunciato xkè qui in Campania sta diventando oggetto di truffa e raggiro ANCHE questa iniziativa KE SKFO )

    theGreatAndy 04/01/1970 00:00
  • Si
    Tanto per chiarire le idee, si fanno due contratti:
    – uno con l’enel “scambio sul posto”, cioè tutta l’energia prodotta la dai all’enel, e l’enel ti fa uno scambio alla pari cioè se nell’arco dell’anno produci per es. 3500 Kw e ne consumi 3500 non ti arriverà la bolletta, se ne produci di più di quella che usi hai 3 anni di tempo per consumarla altrimenti se la tiene l’enel, se ne consumi di meno pagherai la differenza all’enel.
    – il secondo con il GSE (gestore dell’energia), questo per incentivare l’installazione dei pannelli fotovoltaici ed allinearsi alle richieste della normativa europea invece di finanziare l’opera, finanzia la produzione. Cioè ti paga circa il doppio di ciò che costa l’energia elettrica.
    Ovviamente hai tre possibilità per realizzare l’impianto
    – 1 se hai la possibilità di spendere, paghi tutto l’impianto e fai i due contratti Enel e GSE (perciò se fai un impianto da 3 KW che ti fanno produrre circa 3600 Kw/h all’anno non paghi all’enel la bolletta di circa 650 euro ed in più prendi il contributo GSE di circa 1500 €).
    – 2 se non hai la possibilità o non vuoi spendere i soldi, ti fai finanziare da una banca (solo alcune però lo fanno)tramite un mutuo specifico l’intero importo, la quale tratterrà solamente il contributo GSE (che dura 20 anni). Normalmente ci vogliono dai 12÷14 anni per chiudere il mutuo. Poi per 6÷8 anni lo riprendi tu. Però in compenso non paghi più la bolletta Enel
    -3 Se non ti importa del contributo GSE fai solo il contratto con l’enel e chiedi il recupero del 55% dell’importo dell’impianto, recupero che hai in 3 anni.
    Tieni presente che gli elettricisti ci provano sempre, il costo dell’impianto in opera finito compreso di progettazione, stipula contratti o altro non deve costare + di 5000 euro al KW IVA COMPRESA
    Ciao

    p.vieller 05/01/1970 00:00

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Title