Fotovoltaico di notte

Written by

Fotovoltaico di notte

E’ stata installata in Spagna, a Fuentes de Andalucía, in provincia di Siviglia, una centrale fotovoltaica che produce energia 24h su 24. Questo è l’importante risultato dell’impianto solare termodinamico a concentrazione Gemasolar, operativo da circa due mesi, che è in grado di accumulare calore ed utilizzarlo per generare elettricità anche di notte.
Favorita dalle condizioni d’irraggiamento ottimali e dalle sue caratteristiche tecniche, la centrale riesce a produrre energia per 24h.

L’impianto è di proprietà della Torresol Energy e consiste in una torre centrale circondata da specchi piani avvalendosi di una soluzione miscelata di sali di iodio e di potassio come liquido termovettore. Tale soluzione è atossica e non infiammabile ed è il punto forte dell’impianto: consente di immagazzinare calore ad una temperatura maggiore di 500°C e viene trasformata in vapore che aziona una turbina e produce energia elettrica.

La centrale fotovoltaica si estende su una superficie di 185 ettari e si compone di 2.659 eliostati (dispositivi che seguono il percorso del sole durante l’intera giornata ed orientano la luce in un punto preciso mediante specchi) disposti in modo tale da non farsi ombra l’un l’altro e da concentrare i raggi solari sul ripetitore presente sulla torre (140 m di altezza).

Questo sistema consente l’assorbimento di circa il 95% dello spettro solare. L’impianto sorge nell’area della terra a maggiore irraggiamento solare e per questo chiamata “fascia del sole”.
Per tutte queste caratteristiche Gemesolar ha una potenza di 19.9 Megawatt e garantisce una produzione elettrica di circa 110 GWh all’anno.

La capacità della soluzione salina di accumulare calore consente una produzione energetica continua anche di notte in quanto il fluido riscaldato è convogliato in serbatori isolati e utilizzato per alimentare la turbina anche nelle ore di buio. Il risultato ottenuto, come spiega il direttore di produzione Diego Ramirez, è stato possibile grazie a diversi giorni di intensa radiazione solare che hanno permesso di raggiungere il massimo accumulo di calore nei serbatoi.
I tecnici hanno stimato che in media la centrale è in grado di fornire energia per 20h al giorno e di ridurre di oltre 30 mila tonnellate all’anno le emissioni di carbonio.

Ora bisogna aspettare che la tecnologia dell’impianto fotovoltaico spagnolo diventi “economicamente sostenibile” in modo da essere competitiva con le tradizionali fonti rinnovabili.
Nel 2020 il costo per la produzione di elettricità con impianti a torre potrebbe raggiungere i 0,06 euro/kWh (il costo medio attuale dell’elettricità si aggira intorno ai 0,15 euro/kWh: fonte Enea): questi sono i dati scaturiti da uno studio del Politecnico di Milano.

Fonte originale dell’articolo

Article Categories:
Energy News

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Title