Fotovoltaico in Italia: lento ma costante

Written by
images

Fotovoltaico e Italia: passi lenti ma concreti in cui c’è un maggior bisogno di sviluppo della capacità produttiva delle aziende costruttrici di moduli fotovoltaici. E’ pur vero che la fine degli incentivi abbia inciso su questo dato, tuttavia se si pensa che un 8% del fabbisogno annuale di energia elettrica, nel 2015, è stato soddisfatto dagli impianti fotovoltaici, vuol dire che qualche minimo passaggio è accaduto. Gli esperti di Rse (ricerca sul sistema energetico) fanno il punto su una recente ricerca e, nella pubblicazione “Fotovoltaico: power to the people?” comparsa nella collana RSE view,mettono in luce le prospettive tecnologiche necessarie per incrementare l’utilizzo del sistema fotovoltaico, portarlo ad una crescita sempre maggiore e condivisa e raggiungere gli obiettivi fissati nel protocolli internazionali i quali, tra l’altro, prevedono la generazione da rinnovabili non solo come elementi cardine del sistema energetico ma anche come snodi determinanti del sistema che fa capo all’economia circolare e sostenibile.

Stefano Besseghini, amministratore delegato di Rse parla di momento fecondo del fotovoltaico che, “ha superato l’impatto di una profonda depressione causata dal venir meno delle sovvenzioni e, grazie all’evoluzione darwiniana degli operatori, ha ora lasciato attive sul mercato aziende che possono essere credibili interpreti del rilancio”.

Article Categories:
Italia Rinnovabile

Comments are closed.

Menu Title