Fotovoltaico siciliano: concorrenza alla Cina

Written by

Fotovoltaico siciliano: concorrenza alla Cina

La Sicilia sta investendo nella ricerca scientifica e nell’innovazione tecnologica e potenzialmente può fare concorrenza alla Cina.

Dal 2009 l’azienda siciliana Cappello Alluminio di Ragusa, leader nella filiera produttiva del settore fotovoltaico, è la prima del Mezzoggiorno d’Italia e tra le prime in Europa, ad aggiudicarsi il famigerato marchio “Made in Europe” avendo ottenuto la certificazione di “Factory Inspection” dal TUV Intercet che certifica la produzione Made in Europe per l’intera gamma di pannelli solari della serie Micron.Giorgio Cappello, general manager dell’azienda sostiene che tale riconoscimento è il risultato anche del lavoro dei giovani tecnici e ricercatori siciliani che sono quotidianamente impegnati a migliorare la qualità del prodotto e la resa degli impianti fotovoltaici ad un costo finale inferiore, nonostante vengono utilizzati componenti europei e non asiatici.

L’ente certificatore TUV Intercert ha certificato che negli stabilimenti di Ragusa, l’intero processo produttivo dei moduli fotovoltaici Micron (dalla stringatura delle celle fotovoltaiche alla interconnessione delle stringhe, dall’assemblaggio e dalla laminazione del modulo ai test elettrici) sono realizzati esclusivamente con componenti europei.

Dopo la Germania, l’Italia è il secondo paese nel mercato del fotovoltaico e non è pensabile che circa l’80% dei componenti utilizzati sono di provenienza asiatica.
Come osserva Cappello – “Creare una completa filiera produttiva in Sicilia in questo settore aumenterà i posti di lavoro e farà sviluppare la ricerca scientifica in questo campo”.

Fonte originale dell’articolo

Article Categories:
Energy News

Comments are closed.

Menu Title