Il fotovoltaico che estrae idrogeno dall’acqua

Written by

Il fotovoltaico che estrae idrogeno dallacqua

Le due problematiche principali dei pannelli fotovoltaici sono ancora oggi, la bassa efficienza e la difficoltà di immagazzinare l’elettricità prodotta.

Nel North Carolina, un ingegnere della Duke University ha ideato un sistema innovativo in cui i pannelli solari sono in grado di trasformare una miscela di metanolo ed acqua in idrogeno il quale può essere utilizzato direttamente come combustibile o lo si può immagazzinare in serbatoi per poi rifornire la fuel cell al momento necessario oppure durante la notte o la stagione invernale.L’ingegnere meccanico Nico Hotz ha presentato la sua invenzione al meeting annuale sulle energie rinnovabili dell’American Association of Mechanical Engineering (Asme).

Questo progetto consente la produzione di energia in modo assolutamente ecosostenibile.
Il metanolo, alcool semplice e a basso costo, viene miscelato con l’acqua e tale miscela viene addizionata con nanoparticelle di un catalizzatore all’interno di una serpentina di tubi di rame avvolti da fogli sottili di alluminio e ossido di alluminio, tenuti sottovuoto all’interno di un modulo che ricorda quello solare termico. Tale miscela, grazie ai raggi solari può raggiungere una temperatura maggiore di 200°C.

L’elevata temperatura favorisce una seconda reazione catalitica che conduce alla produzione di idrogeno.
L’efficienza calcolata dall’ingegnere statunitense è da 5 a 10 volte maggiore rispetto agli altri sistemi fotovoltaici tradizionali.

A livello economico ancora non si sa se il prodotto sarà competitivo: Hotz ha stimato che l’installazione di un impianto di questo tipo costerebbe meno di 8.000 dollari e che a regime, durante la stagione estiva, tale sistema è decisamente più conveniente di un generatore a diesel. Un prototipo sul quale vale la pena investire.

Fonte originale dell’articolo

Article Categories:
Energy News

Comments are closed.

Menu Title