Il Meteo delle fonti rinnovabili

Written by
energizair-pienosole.436x206

L’iniziativa è partita dal Belgio ed ha coinvolto Francia, Italia, Portogallo e Slovenia. Si chiama EnergizAIR e si propone di aggiungere nei bollettini delle previsioni del tempo indicatori oggettivi circa la parte del fabbisogno energetico che è stata coperta grazie alle fonti energetiche rinnovabili.

Lo scopo dichiarato è quello di divulgare l’informazione su quanto l’energia fotovoltaica e solare termica prodotta negli ultimi sette giorni abbiano contribuito al fabbisogno energetico.

In Italia a fare da apri-pista sarà la Toscana a partire dal prossimo mese di Novembre. Nei notiziari meteo di Rai 3, Telegranducato e Radio Toscana sarà aggiunto il meteo delle fonti rinnovabili.
Ma come funzionerà?In ogni paese, i partner del progetto hanno raccolto i dati statistici riguardanti la famiglia media e il consumo energetico medio in termini di energia elettrica e acqua calda.
Quindi nell’ambito del bollettino meteo verranno date , sia per il fotovoltaico che per il solare termico , le percentuali di necessità , in acqua calda ed in energia elettrica , che una famiglia attrezzata con impianti solari è stata in grado di soddisfare grazie alle condizioni meteo degli ultimi sette giorni.

Le percentuali verranno ricavate rapportando l’energia prodotta da un impianto standard nelle reali condizioni climatiche della settimana con le esigenze medie standard di una famiglia.
E’ stato già stabilito che in un secondo momento l’informazione sarà estesa all’energia eolica. In questo caso il dato indicherà il numero di famiglie che avrebbero potuto essere alimentate dalla produzione delle turbine eoliche del Paese.

E’ evidente che con questo progetto i promotori vogliono portare le energie rinnovabili nei salotti di tutta Europa e nella vita quotidiana dei cittadini europei con un obiettivo lungimirante : Far comprendere come queste non possono essere considerate separatamente dal fabbisogno di energia e che alla fine il contributo dell’energia rinnovabile diventa tanto più importante quanto minore è l’energia complessiva di cui si ha bisogno.

Fonte originale dell’articolo

Article Categories:
Energy News

Comments are closed.

Menu Title