Il temporary manager dell’energia

Written by
ingegnere

Anche nel settore delle energie alternative i venti di crisi si sono fatti sentire soffiando sempre più forte persino  sui destini di figure professionali di elevato profilo, come ingegneri, dirigenti e manager dell’energia.

Come ricollocarsi dopo aver  magari ricoperto incarichi di rilievo presso prestigiose aziende industriali che di punto in bianco sono state costrette a licenziare anche personale con parecchi anni di esperienza? La soluzione potrebbe essere quella di proporsi come temporary manager.

Il temporary manager è un professionista estremamente qualificato che  effettua prestazioni   e consulenze su incarico temporaneo di un’azienda. L’incarico è a tempo determinato e può essere svolto tramite contratto a progetto o contratto di lavoro a tempo determinato o tramite prestazione professionale esterna da remunerare dietro presentazione di una parcella.

Il temporary manager esperto di energia può essere un ingegnere elettrico o meccanico o qualsiasi tecnico e professionista esperto nella gestione di impianti, nel coordinamento e nell’ottimizzazione dei processi produttivi, nell’analisi dei costi e dei ricavi dell’impianto, nella normativa di riferimento e nell’implementazione di tutti gli atti necessari ad espletare le procedure autorizzative.

Per proporsi come temporary  manager dell’energia,  quindi con ruoli dirigenziali all’interno di un’impresa, bisogna aver maturato esperienze di lavoro dimostrabili presso importanti aziende di settore, bisogna anche possedere idonee capacità professionali relative al ruolo ed al titolo posseduto e conoscere perfettamente almeno la lingua inglese per curare le partnership commerciali dell’azienda,  con l’estero.

Fonte immagine: corriereuniv.it

Article Categories:
Professioni

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Title