In arrivo un consolidamento nel settore solare

Written by
settore-solare

E’ previsto da tempo un consolidamento dell’industria solare e fotovoltaica. A differenza di altri settori, come l’industria dei pc o il settore delle telecomunicazioni, il consolidamento nel settore fotovoltaico sembra realizzarsi attraverso continui arresti e fallimenti piuttosto che attraverso delle fusioni.

Tre produttori statunitensi di moduli fotovoltaici a film sottile sono falliti nel 2011: Evergreen Solar, Spectra Watt e la Solyndra mentre la Solon ha cessato la produzione in Arizona.

In Germania, la Conergy ha sospeso la produzione di celle solari ed è stata assorbita dai suoi creditori.
In realtà, il fallimento della Solyndra è forse uno dei fallimenti più spettacolari di tutti i tempi: 1 miliardo di dollari di investimenti e un prestito di circa 535 milioni di finanziamento con il governo degli Stati Uniti.

La ragione è che non c’è un vero e proprio driver per le fusioni nel settore della produzione del fotovoltaico: le fusioni sono molto costose e possono essere giustificate solamente se ci sono delle sinergie.

Nel settore del fotovoltaico questo è difficile e inoltre la curva di domanda dei moduli fotovoltaici è elastica e i produttori devono essere in grado di mantenere un eccesso di capacità in modo da poter regolare la fornitura in modo rapido.

Per questo non ci sono fusioni laddove il valore sarebbe dato dalla razionalizzazione delle strutture produttive.

C’è inoltre una forte competizione tra le aziende circa il prezzo dei moduli solari e questo costringe le aziende ad arrestare la produzione in quanto non c’è più un vantaggio in termini di costi.

Questo porterà ad un minor numero di tecnologie e ad una produzione nelle regioni a basso costo.

Fonte originale dell’articolo

Article Categories:
Energy News

Comments are closed.

Menu Title