Incentivi Governo su biomassa

Written by
biomassa

Dopo gli esiti netti e decisi del referendum sul nucleare, il Governo si prepara a trovare fonti energetiche alternative. Da indiscrezioni e notizie è emerso che sul tavolo dell’esecutivo sarebbero già all’avvio degli studi per incentivare la produzione di energia da biomassa. Seguirebbero, a ruota, l’eolico ed il fotovoltaico.

Questo vuol dire che si prospettano dei finanziamenti e degli investimenti notevoli a beneficio dello sviluppo del settore, su cui saranno emessi anche degli appositi decreti attuativi. La notizia fa esultare gli operatori delle rinnovabili e, trattandosi di biomassa, anche le aziende agricole, che potrebbero essere presto coinvolte nella produzione di una quota rilevante dell’energia rinnovabile richiesta dal mercato del post referendum  sul nucleare.

Le indiscrezioni non sono poi così aleatorie, visto che la notizia è stata rivelata da Stefano Saglia, sottosegretario allo Sviluppo Economico. Il dato si può rivelare estremamente  utile  per coloro che intendono operare in questo nuovo mercato energetico, che potranno aggiornarsi e formarsi  per giungere preparati ad una nuova stagione di incentivi. Certo, fino a quando non ci saranno  decreti aventi forza di legge si potrà solo sperare.

Anche nel 2009 l’ex ministro Scajola aveva annunciato sostegni ed incentivi per le biomasse da attivare entro l’estate. In quel periodo si pensava ad incentivare la produzione di energia elettrica dalla biomassa agricola e forestale. Oggi si pensa anche alla cogenerazione ed alla produzione di calore per il riscaldamento delle utenze. Da Scajola ad oggi è intervenuto il progetto delle centrali nucleari, ora abolito dal referendum. Speriamo che stavolta si proceda  senza ripensamenti di sorta o stop improvvisi.

Article Categories:
Energy News

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Title