IndiGo: fotovoltaico ricaricabile

Written by
IndiGo-Fotovoltaico.

IndiGo è un sistema fotovoltaico off-grid che non necessita di grandi investimenti iniziali ma si paga al suo utilizzo, ricaricandolo con delle prepagate. Questo è un nuovo modello di businness che consente alla maggior parte delle persone di poter usufruire dell’energia solare.

L’idea è stata concepita dalla britannica Eight19, spin off della Cambridge University.

IndiGo è un pannello fotovoltaico organico low-cost integrato ad una batteria e per questo viene fornito con un caricatore universale per i cellulari.

Inoltre vengono fornite anche una lampada a LED e 2 carte prepagate gratuite spendibili per avere elettricità per 2 giorni.

Il funzionamento è davvero simile ad una ricarica per cellulare: si gratta il codice,si comunica via sms e si riceve indietro un sms in cui c’è scritto un codice che dovrà essere digitato sulla tastierina del dispositivo e questo consentirà di avviare il suo funzionamento a tempo: terminato il tempo a disposizione il dispositivo dovrà essere nuovamente ricaricato.

Steve Andrews di Solar Aid, che collabola con Eight19 alla diffusione di IndiGo, spiega: “L’energia solare offre benefici enormi dal punto di vista economico, sociale e sanitario ai più poveri”.

Questo dispositivo può apportare numerosi vantaggi alle comunità rurali sparse nei paesi poveri: avere la possibilità di usufruire di energia pulita a basso costo sostituendo le fonti tradizionali a karosene, maggiormente responsabile dell’inquinamento e delle cattive condizioni sanitarie.

IndiGo può essere anche dotato di un accesso a internet.

E’ una grande opportunità anche in termini di businness: Eight19 con questo prodotto sarà in grado di servire un mercato ancora enorme e in espansione.

Il progetto per decollare deve aspettare l’arrivo dei finanziamenti iniziali, entro la fine del 2011 l’azienda ha annunciato una ricapitalizzazione da 10 milioni di sterline per dare il via a questo businness.

Per adesso IndiGo è stato introdotto in Kenya,tra 3 mesi verrà introdotto a Zambia, Malawi e India.
La commercializzazione è prevista per il 2012.

Fonte originale dell’articolo

Article Categories:
Energy News

Comments are closed.

Menu Title