La città del futuro è ecosostenibile

Written by

La città del futuro è ecosostenibile

Micro eolico, teleriscaldamento, sistemi automatici per la nettezza urbana: le città saranno sempre più al centro della lotta al cambiamento climatico.
Nei prossimi 20 anni è previsto un notevole aumento delle popolazioni urbane di tutto il mondo: dagli oltre tre miliardi di oggi si passerà così a cinque miliardi. Le città rappresenteranno quindi quasi i tre quarti della domanda mondiale di energia entro il 2030. La maggior parte dell’aumento verrà dai paesi in rapido sviluppo come Cina e India. Di fronte a questo scenario, non ci si può più limitare a pratiche di bioedilizia, ma bisogna ripensare la città da zero.

Se non molto tempo fa l’idea di usare “verde” o “ambiente” e “città” nella stessa frase sembrava assurdo, negli ultimi anni sono emersi modelli urbanistici sostenibili: progettisti e sviluppatori di tutto il mondo stanno elaborando soluzioni innovative per soddisfare i fabbisogni di energia, acqua e infrastrutture delle città del futuro, da Accanto a miglioramenti abbastanza intuitivi, quali il passaggio all’illuminazione LED, le piste ciclabili o l’allargamento dei marciapiedi, ve ne sono altri più ambiziosi. Eccone alcuni esempi:

– Il teleriscaldamento. Il condizionamento degli ambienti rappresenta oggi quasi i due terzi del consumo totale di energia. Una soluzione potrebbe quindi essere quella di usufruire del calore in eccesso prodotto dagli edifici limitrofi, con una rete di tubi di distribuzione del calore che colleghi gli edifici di una determinata zona, sfruttando più fonti: dalle turbine di gas naturale, agli impianti solari termici, agli inceneritori di biomasse, alle microturbine eoliche, progettate proprio per sfruttare il vento urbano (purtroppo non ancora molto diffuse).
– Sistemi innovativi di raccolta differenziata e trasporto rifiuti. La produzione elevata di immondizia è un altro grande problema delle città. Per ridurre l’afflusso di camion inquinanti ed incentivare alla raccolta differenziata esistono sistemi centralizzati composti da una rete sotterranea di tubi pneumatici, in grado di accogliere e trasportare separatamente rifiuti alimentari, carta, plastica, vetro, ecc. Sistemi come questi sono usati in decine di città in tutto il mondo (uno è in funzione sulla Roosvelt Island di New York sin dal 1975).

Aggiungi EnergyMaster.it ai tuoi preferiti!

Leggi articolo originale
energy news

Article Categories:
Energy News

Comments are closed.

Menu Title