La Regione Sicilia chiede di modificare il Quarto Conto Energia

Written by
Regione-Sicilia

Meglio tardi che mai, verrebbe proprio da esclamare. Più passa il tempo, infatti, e più ci si rende conto degli effetti devastanti che il Quarto Conto Energia sta producendo al mercato del fotovoltaico italiano. La Sicilia, universalmente riconosciuta come la regione italiana del sole, sta per essere penalizzata, dal governo nazionale, oltre che in tutti i settori già noti, anche in quello dell’energia solare.

A parlare è Raffaele Lombardo, Presidente della Regione Sicilia.

Il motivo dell’attacco di Lombardo al Quarto Conto Energia è la localizzazione degli impianti presenti nella graduatoria prima pubblicata e poi ritirata dal GSE.

Il 60% della potenza fotovoltaica incentivabile si troverebbe in Puglia e solo l’8% in Sicilia.

Quest’ultima, in particolare, sarebbe penalizzata dai tempi più lunghi necessari ad acquisire il titolo autorizzativo alla realizzazione degli impianti, rispetto alla Puglia.

Una simile scelta disegna uno scenario nel quale si incentiva una imprenditoria incontrollata e si penalizza chi ricorre alle energie rinnovabili, ed in particolare al fotovoltaico, tutelando il territorio, garantendo la trasparenza e promuovendo lo sviluppo dell’imprenditoria sana.

E, così, secondo Lombardo, l’ulteriore aggravio burocratico costituito dall’obbligo dell’iscrizione al Registro rende di fatto praticamente impossibile parlare di fotovoltaico in Sicilia.

Da qui, la necessità di porre mano al Decreto 5 maggio 2011.

La Sicilia non potrà tollerare questa ulteriore penalizzazione. La revisione del bando, annunciata dal GSE, che ha così evidenziato l’esigenza di correzioni, deve essere l’occasione per ripensare ai criteri che sono alla base di questo provvedimento. Alla luce del definitivo abbandono del nucleare sancito dal recente referendum, chiediamo al Ministero di intervenire per rivedere i criteri utilizzati, incrementare le risorse per l’incentivazione alle energie alternative, semplificare gli strumenti rinunciando al “Registro dei Grandi Impianti” e consentire lo scorrimento della graduatoria ed il reimpiego delle risorse liberate in caso di cancellazione. In assenza di risposte concrete e di adeguate rettifiche, ci vedremo costretti a sollevare anche noi la questione di incostituzionalità del decreto ministeriale del 3 marzo.

Ciao

A presto.

 

Si ringrazia:

regionesicilia.myblog.it

Commenta »

La Regione Sicilia chiede di modificare il Quarto Conto Energia

La Regione Sicilia chiede di modificare il Quarto Conto Energia La Regione Sicilia chiede di modificare il Quarto Conto Energia

La Regione Sicilia chiede di modificare il Quarto Conto Energia

La Regione Sicilia chiede di modificare il Quarto Conto Energia

La Regione Sicilia chiede di modificare il Quarto Conto Energia

Fonte Articolo

Article Categories:
Energy News

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Title