Mare Nostrum? Una selva di trivelle

Written by

Mare Nostrum? Una selva di trivelle

Un assalto selvaggio.

Quello che le aziende petrolifere stanno attuando al nostro mare.

30.000 chilometri quadrati.

Un’area che, considerata complessivamente, è superiore all’estensione dell’intera Sicilia.

Il mare che sarebbe sottratto al turismo e consegnato alle piattaforme petrolifere.

Fanno impressione i numeri contenuti nel report Un mare di trivelle stilato da Goletta Verde, la campagna di Legambiente.

117, le trivelle che dovrebbero essere installate al largo delle coste italiane.

21, i permessi rilasciati nell’ultimo anno.

Numeri all’insegna di un’accelerazione, impressa, probabilmente, dallo stop al nucleare.

Alla faccia delle rinnovabili.

Vi riporto, a tal proposito, parte del comunicato stampa di Legambiente.

L’ultimo favore alle trivellazioni è arrivato il 7 luglio con il decreto legislativo di attuazione della direttiva sulla tutela penale dell’ambiente. Senza alcun pudore, si è utilizzato un provvedimento che avrebbe dovuto rafforzare le misure di tutela ambientale per inserire un comma che in realtà permette di aggirare il divieto alle attività di ricerca, prospezione ed estrazione di idrocarburi in mare per il Golfo di Taranto. Di fatto, il comma rende nuovamente possibile svolgere attività di ricerca all’interno del golfo, proprio quando tutte le istanze presenti in quest’area erano in fase di rigetto, visti i nuovi vincoli fissati nell’estate del 2010.

Sempre in favore delle compagnie petrolifere è attualmente in discussione in Parlamento anche un altro disegno di legge che prevede la “Delega al governo per l’adozione del testo unico delle disposizioni in materia di prospezione ricerca e coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi”. Un provvedimento di semplificazione dell’iter autorizzativo che esclude qualsiasi motivazione di carattere ambientale, giustamente bocciato all’unanimità dalla Commissione Ambiente del Senato nei primi giorni di luglio e che ci auguriamo non arrivi all’approvazione.

Ripeto, alla faccia delle rinnovabili.

E delle dichiarazioni di facciata.

Ciao

A presto.

 

Si ringrazia:

legambiente.it

Commenta »

Mare Nostrum? Una selva di trivelle

Mare Nostrum? Una selva di trivelle Mare Nostrum? Una selva di trivelle

Mare Nostrum? Una selva di trivelle

Mare Nostrum? Una selva di trivelle

Mare Nostrum? Una selva di trivelle

Fonte Articolo

Article Categories:
Energy News

Comments are closed.

Menu Title