Quanto si guadagna lavorando nelle rinnovabili?

Written by
progettista

Nel precedente post sull’andamento del mercato del lavoro nelle energie rinnovabili avevamo annunciato che ci saremmo occupati anche di dare uno sguardo alle retribuzioni offerte agli operatori assunti dalle imprese. Le retribuzioni variano in base alla qualifica, al tipo di contratto ed alle mansioni svolte. Per quanto riguarda i profili come consulente commerciale, intermediario alle vendite, agente, procacciatore d’affari o collaboratore, insomma la figura che si occupa di incrementare le vendite nel settore fotovoltaico, si prevedono delle retribuzioni a provvigione, dove si specifica semplicemente che i livelli provvigionali sono tra i più alti del mercato.

I compensi, con inquadramento contrattuale su lettera di incarico o mandato di agenzia, saranno liquidati mensilmente e prevedono premi ed incentivi di produzione.

Per queste figure viene anche richiesto il possesso della partita Iva, quindi si tratta di lavoro autonomo.

Vengono, invece, specificati i compensi per i promoter a cui viene affidato il compito, all’interno di fiere ed eventi, di reperire nominativi e dati di contatto di clienti interessati all’installazione di impianti da energia rinnovabile.

Per questa figura si prevede un fisso mensile di 600 euro, più un premio sul numero delle interviste ed un gettone sull’esito delle stesse.

Per i progettisti in campo elettrico, in possesso di laurea in ingegneria, si prevede una retribuzione annua lorda di 30 mila euro, per profili senza o con poca esperienza. I profili con esperienza avranno un inquadramento contrattuale superiore.  I contratti offerti sono di lavoro dipendente a tempo determinato, con prospettive di assunzione, o indeterminato.

Fonte immagine: repository.maestra.net

Article Categories:
Risorse Utili

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Title