Registro Grandi Impianti: le associazioni chiedono un intervento urgente al Governo

Written by
grandi impianti

Continua il black-out del Governo sul Registro per i Grandi Impianti. E’ davvero un anno disgraziato, questo, per il fotovoltaico italiano. Dopo il blocco degli incentivi in primavera, ora lo stallo dovuto alla gestione fallimentare del Registro. E, così, dopo Raffaele Lombardo e Gianni Chianetta di Assosolare, intervengono ora anche i Presidenti di APER, Assosolare, Asso Energie Future e Grid Parity Project con un comunicato congiunto, nel quale chiedono al Governo di modificare urgentemente il Quarto Conto Energia, eliminando il Registro previsto per i Grandi Impianti.

Se non si interviene immediatamente si rischia non solo di assistere a una lunga fase di stallo del mercato dovuta ai molteplici ricorsi da parte delle aziende escluse dalle graduatorie, ma anche di far perdere al Paese una formidabile opportunità industriale, occupazionale e ambientale.

Nella graduatoria apparsa appena lo spazio di un week end sul sito del GSE e, quindi, ritirata, comparivano, infatti, impianti con data di fine lavori precedente alla data di acquisizione del titolo autorizzativo.

O, ancora, impianti con autorizzazioni risalenti addirittura al 2007.

Si prolunga così la fase di incertezza per il fotovoltaico italiano.

E si inducono fenomeni speculativi.

Esattamente quel che i ministri Romani e Prestigiacomo avevano dichiarato di voler combattere con il Quarto Conto Energia.

Complimenti!

Ciao

A presto.

 

Si ringrazia:

webaper.it

Commenta »

Registro Grandi Impianti: le associazioni chiedono un intervento urgente al Governo

Registro Grandi Impianti: le associazioni chiedono un intervento urgente al Governo Registro Grandi Impianti: le associazioni chiedono un intervento urgente al Governo

Registro Grandi Impianti: le associazioni chiedono un intervento urgente al Governo

Registro Grandi Impianti: le associazioni chiedono un intervento urgente al Governo

Registro Grandi Impianti: le associazioni chiedono un intervento urgente al Governo

Fonte Articolo

Article Categories:
Energy News

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Title