RE:NEW, un programma per rendere più efficienti le case inglesi

Written by
sorgenia_re_new_london

Il sindaco di Londra, Boris Johnson, ha presentato un nuovo programma di efficienza energetica per aiutare i londinesi a risparmiare sull’importo della bolletta annuale di energia e acqua. Il programma conosciuto come RE:NEW sarà la chiave del nuovo piano del sindaco che intende rendere le case degli inglesi più efficienti dal punto di vista energetico.

L’annuncio fa da eco all’enorme successo dei precedenti interventi che hanno portato ad un risparmio economico di 154 sterline per ogni famiglia che abita nelle novemila case interessate dalla manovra con una riduzione di circa 3.500 tonnellate di CO2, ossia l’equivalente di quanto emesso da 3.000 vetture in circolazione.

“Tagliare gli sprechi energetici in un momento di aumento dei costi significa avere buon senso economico e concedere benefici per l’ambiente attraverso la riduzione di CO2. Sono determinato a rendere gli edifici più efficienti su una scala senza precedenti, per creare posti di lavoro in un’economia a basse emissioni. Ciò farà risparmiare milioni di sterline nelle fatture del combustibile e migliorerà notevolmente la qualità della vita dei londinesi. RE:NEW è semplice, sicuro e di libero accesso, bisogna essere pazzi per non aderirvi” ha dichiarato il sindaco Johnson. Come parte del programma, che sarà attivo fino a maggio 2012, 55mila famiglie residenti in alcune parti di Barking e Dagenham, Hackney, Lewisham e Waltham Forest saranno le prime a beneficiare di una ristrutturazione energetica gratuita.

A seguito delle modifiche le case saranno dotate di una gamma di dispositivi per la riduzione dei consumi energetici come lampadine a basso consumo, pannelli radianti e interruttori per lo stand-by, assieme misure di risparmio per l’acqua. Inoltre, qualora fosse ritenuto opportuno, verranno apportate misure più sostanziali nei loft dove isolare termicamente le pareti sarà un tipo di intervento per cui verranno offerte agevolazioni per chi non è in grado di pagare, e gratuito per chi si trova in condizioni di fuel poverty. “Questi prossimi passi serviranno oltre che a rendere le case più rispettose dell’ambiente che un certo numero di famiglie tra le più povere della capitale potrebbero non trovarsi nella condizione di fuel poverty durante il prossimo inverno. E visto che i prezzi del carburante continuano a salire, questo è più importante che mai” ha dichiarato Catherine West della London Councils Transport and Environment Committee.

Fonte: Rinnovabili.it

Aggiungi EnergyMaster.it ai tuoi preferiti!

Leggi articolo originale

Article Categories:
Energy News

Comments are closed.

Menu Title