S.Eleuterio:Immane scempio fotovoltaico

Written by
images

L’ennesimo allarme ambientalista sul fotovoltaico selvaggio nel Salento arriva da una delle sue zone paesaggistiche più suggestive, il Colle di sant’Eleuterio, oltre 200 metri di altezza nel cuore della serre salentine, a ricadere su tre territori confinanti Collepasso, Parabita e Matino. Un tempo luogo di bosco, ad aver dato ospitalità a comunità monastiche di cui rimangono ancora tracce in una cavità sotterranea. Di tutto ciò in queste aree oggi è rimasto ben poco. Laddove il fuoco negli ultimi anni ha distrutto la vegetazione, invece di un progetto di rimboschimento ecco spuntare una selva di pannelli solari. Campi di fotovoltaico a scendere lungo il crinale della collina laddove una volta c’erano ulivi, arbusti di eucalipto e altre essenze arboree. Da tempo le associazioni cittadini e ambientaliste hanno puntato il dito contro quella che viene definita un’errata concezione di sviluppo e progresso, chiedendo alla magistratura, che sulla vicenda ha aperto un fascicolo d’inchiesta, e alle autorità locali e regionali di smantellare tutto e procedere alla bonifica del terreno ripiantando un bosco istituendo un apposito bando per la riqualificazione delle aree.

 

Article Categories:
Video

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Title