Smaltimento dei rifiuti in Sicilia. Convegno a Catania

Written by
mosif1

Lo smaltimento dei rifiuti in Sicilia avverrà tramite la raccolta differenziata ed il potenziamento dell’impiantistica per la parte di Rsu non riciclabile. Questo l’esito del convegno svoltosi a Catania a cura dell’associazione Rinascita siciliana-Mosif (Movimenti sicilianisti federati), a cui ha partecipato il presidente della Regione Raffaele Lombardo in qualità di commissario delegato per l’emergenza rifiuti in Sicilia.

L’incontro, svoltosi presso “Palazzo dell’Esa”, nella metropoli etnea e dal titolo:  “Smaltimento dei rifiuti: da gravissimo problema a ottima risorsa” ha visto anche la partecipazione di autorevoli esperti, moderatori e giornalisti specializzati, che si sono confrontati sulle soluzioni proposte dal Piano regionale dei rifiuti, dove pesa, come un macigno, la polemica sui termovalorizzatori, ovvero gli impianti per smaltire la parte di Rsu non riciclabile, che hanno fatto registrare un sovradimensionamento rispetto ai rifiuti non differenziabili realmente  prodotti in territorio siciliano.

A partire dall’anno prossimo è stata anche annunciata la rivoluzione degli Ato che porterà i sindaci a gestite direttamente la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti nell’Isola.

Nel corso del convegno, si è parlato, infatti, anche del progetto Reci (Recupero ecologico, chimico, industriale dei rifiuti), con il responsabile per la Sicilia, il dott. Donato Marino e il prof. Raffaello Bernabei, docente dell’Università di Bruxelles, e dell’innovativo “dissociatore molecolare”.

Il primo progetto consentirebbe di ottenere dagli Rsu mattoni ecologici per l’industria delle costruzioni.

Grazie al secondo sistema, già in funzione a Peccioli (Pi), è invece possibile saltare la fase del riciclaggio per ottenere gas da utilizzare per produrre energia.

Article Categories:
Eventi & Fiere

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Title