Trovare lavoro nell’eolico

Written by
eolico1offshore

Entro il  2020 il settore eolico creerà 67 mila nuovi posti di lavoro in Italia e 250 mila nell’Unione europea. Queste le incoraggianti previsioni emerse durante il Salone Internazionale dell’Energia del Vento svoltosi a Roma nel settembre scorso. Le opportunità lavorative, dunque, esistono e si possono trovare semplicemente consultando i siti dedicati agli annunci di lavoro.

In portali come Jobrapido, ad esempio,  basta inserire la parola “eolico” per trovare una sfilza di offerte.

Per inserirsi stabilmente in questo mercato, però, bisogna avere  le idee ben chiare  sul  ruolo o incarico che si intende ricoprire: se agente commerciale, tecnico, responsabile direttivo, libero professionista. Focalizzato il ruolo, ci si deve orientare sulla formazione che permette di abilitarsi e perfezionarsi.

Per scegliere il corso migliore è consigliabile consultare le associazioni di categoria come l’Anev, Associazione nazionale per l’energia del vento che organizza periodicamente corsi di formazione incentrati sul settore scelto.

Formarsi con queste realtà permette anche di frequentare degli stage presso aziende di settore dove si possono mostrare le proprie capacità. Anche le università organizzano Master post laurea con opportunità di stage nell’eolico che anche noi segnaliamo periodicamente nelle nostre notizie.

Se si sceglie la libera professione, gli studi di consulenza delle energie rinnovabili sono la soluzione che permette di lavorare con realtà pubbliche e private impegnate nella realizzazione di progetti di una certa entità tecnica e finanziaria. Da non trascurare, anche come liberi professionisti, le opportunità che si aprono all’interno dell’Ue.

Dieci  Stati membri, infatti, a fine 2010, hanno firmato la convenzione che permette il collegamento della rete elettrica agli impianti eolici off-shore ( installati lontano dalle coste per sfruttare meglio le correnti) del Mare del Nord. Si tratta di: Svezia, Danimarca, Germania, Olanda, Lussemburgo, Francia, Gran Bretagna, Irlanda, Norvegia e Belgio.

Fonte immagine: mgenergy.it

Article Categories:
Corsi Eolico

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Title